Le
mostre

Altre Mostre (1952-1982)
  • Home
  • Mostre
  • Altre anni...
  • 1952-1969

Altre Mostre 1952-1969

Luigi Carluccio nella sua lunga carriera organizzò e curò mostre di importanti artisti, nelle principali gallerie d'arte di Torino. La sua attività di scrittore e critico d'arte, insieme alle sue numerose iniziative, contribuirono sensibilmente all'acculturamento e alla sprovincializzazione dell'ambiente artistico, non solo torinese ma anche italiano.

Umberto Colli (1952)

Presentazione alla mostra - Galleria Fogliato, Torino

La visione pittorica di Umberto Colli non può non sorprendere in un tempo in cui sembra che l'arte impegni tutti i suoi interessi di cultura, di espressione, di spiritualità nel rinnovare non solo la sintassi, ma la grammatica e l'alfabeto del linguaggio col quale parlare del mondo. Umberto...

Felice Casorati (1953)

Presentazione alla mostra - Galleria Circolo di Cultura, Bologna

Felice Casorati vive a Torino dove, tra le due grandi guerre, la sua attività e si potrebbe dire la sua presenza fisica, tra ripulse e simpatie, ebbe tale funzione agitativa, fu tale elemento di incessante inquietudine che a considerarla minutamente troveremo da una parte di che largamente riscattare...

Mario Davico (1955)

Presentazione alle mostre - Galleria Schneider, Roma e Galleria Del Fiore, Milano

Davico ha intitolato "Immagini" le sue opere recenti, ed attraverso questa semplice scelta ha puntato il dito su uno degli aspetti preminenti dell'arte contemporanea: - dal concetto di immagine a quello di figura sia come effetto della immaginazione plastica e della visione fantastica dell'artista che come strumento di mediazione...

Daphne Casorati (1955)

Presentazione alla mostra - Galleria Spotorno, Milano

Sarà difficile intendere la pittura di Daphne se non si definiscono i rapporti della donna oltre che dell'artista con il "circostante": l'ambiente, gli affetti; il valore filtrante di ciascuno di essi. Difficile, se non si misura la forza di quel circostante cui s'è accennato. Esso è stato in...

Natale nell'arte (1956)

Estratto dalla Rassegna Viberti, n.6

Intorno allo straordinario evento della nascita di Cristo la storia offre poche informazioni. Le Sacre Scritture ne fanno cenno una volta sola, nel Vangelo di San Luca, con un periodo breve, dicono: "Essa partorì suo figlio, lo avvolse nelle fasce e lo depose nella mangiatoia, perché non vi...

Spazzapan Donegà (1956)

Presentazione alla mostra – Galleria La Bussola, Roma

Spazzapan ha un curioso amore per la scultura, ed è forse l'amore di ogni uomo per l'altra cosa, la cosa diversa. Volentieri egli annoda relazioni intellettuali con quel modo della rappresentazione che ha la proprietà di realizzare l'aspetto pieno del mondo, il morbido e logico sviluppo sul tondo... 

Romano Gazzera (1956)

Presentazione alla mostra – Galleria Spinetti, Firenze

Forse è stato un piccolo cavallo di Géricault, uno di quei cavallini scossi, scampati alle sanguinose e troppo grandi campagne napoleoniche a far scattare la prima molla della fantasia dell'artista, a innescare la carica ironica nascosta nel temperamento di Gazzera, a dare avvio alla sequenza delle battaglie bianche...

Mario Becchis (1956)

Presentazione alla mostra – Galleria Il Milione, Milano

La società artistica italiana a un'esistenza davvero singolare. Costretta continuamente a superare la sistemazione provinciale cui sembra condannata dalla struttura geografica, sia politica che economica, essa è attiva come poche altre nell’escogitare, inventare, rinnovare rimedi che appaiono di volta in volta adatti; ma assai di rado realizza l'impresa...

Ottone Rosai (1957)

Presentazione alla mostra – Piemonte Aristico Culturale, Torino

Tre settimane fa Rosai era ancora vivo. Si trovava a Ivrea, dove la sera del 15 maggio sarebbe stata inaugurata una grande mostra di suoi dipinti, vecchi e recenti. Preparata per il Centro Culturale Olivetti da Pier Carlo Santini, con minuzia affettuosa e con un rigore scientifico che...

Davico (1957)

Presentazione alla mostra - Galleria Strozzina, Firenze

Davico è uno di quegli artisti che importa sapere che esistono comunque; allo stesso modo che in certe ore, giornate o epoche fatte di contraddizioni e di reazioni a catena importa sapere che in qualche parte esistono dominii, minuti anfratti nella mappa della tebaide, cioè arcane oasi di...

Mino Carta (1957)

Presentazione alla mostra – Galleria Cairola, Milano

Mino Carta, come si dice, ha la pittura nel sangue. L’attitudine a dipingere discende a lui per diversi rami che hanno origine lontanissima nel tempo, ma il contatto con l'arte vivente, con opere diverse da quelle che sulle pareti di casa commentano affettuosamente una storia di famiglia, il...

Pittura italiana contemporanea nelle collezioni di Prato (1957)

Presentazione alla mostra - Palazzo Pretorio, Prato

Nel presentare l'ultima, in ordine di tempo, iniziativa dei pratesi, viene in mente e scivola quasi da sé sulla punta della penna ciò che Carlo Ragghianti ha detto alcuni anni orsono quando consegnò nelle mani del Gr. Uff. Giuseppe Bigagli, presidente dell'Associazione Turistica Pratese, la mostra delle opere...

Mario Becchis (1957)

Presentazione alla mostra – Galleria La Bussola, Roma

Intanto che ancora buona parte del pubblico, e della critica, suona le campane dell'agonia per quei modi di esprimersi delle arti plastiche che correntemente sono definiti “non figurativi” mi pare importante poter dire, portando la testimonianza diretta di chi segue da molti anni l'attività del pittore, che il...

Felice Casorati (1958)

Presentazione alla mostra - Centro Culturale Olivetti, Ivrea – Pubblicato in “La faccia nascosta della luna” - ed. Allemandi

Felice Casorati arrivò a Torino nel 1918, appena messo in congedo. Già durante una decenza aveva condotto a Torino la madre rimasta vedova e le due sorelle, Elvira e Pina. Una scelta che doveva essere così determinante nella vita di Casorati, per lo sviluppo del suo lavoro, per...

Ruggeri - Saroni - Soffiantino (1958)

Presentazione alla mostra - Galleria Il Milione, Milano

Gli amici del milione hanno già incontrato l'opera di Piero Ruggeri, Sergio Saroni e Giacomo Soffiantino poco più di un anno fa, quando questi tre pittori torinesi furono accompagnati a Milano con una prosa che li presentava come un manipolo di giovani barbari intenti a distruggere, finalmente la...

Paola Levi Montalcini (1958)

Presentazione alla mostra – Galleria La Logia, Bologna

Occorrerebbe molto spazio per tracciare il curriculum di questa pittrice e documentare la sua partecipazione intelligente e sempre critica alle vicende della pittura italiana contemporanea; il critico sente, semmai, l'obbligo di avvertire il pubblico che con la Levi-Montalcini avrà davanti a sé un’artista consapevole di dover operare...

Ruggeri Saroni Soffiantino (1958)

Presentazione alla mostra – Galleria La Loggia, Bologna

Sento una certa difficoltà, come una resistenza psichica, a scrivere di questi giovani artisti che conosco da vicino. Non è la prima volta che accade. Penso ad Arturo Carmassi, per esempio. Il mio nome potrebbe apparire soltanto in una bibliografia che fosse redatta con pedanteria minuziosa, e ancora...

Francesco Menzio (1959)

Presentazione alla mostra - Galleria Bottoni, Torino e Cotonificio Legler, Ponte S. Pietro (BG)

Questa mostra di opere di Francesco Menzio allestita da Bottoni porta un singolare ed ecceazionale contributo alla conoscenza del primo tempo della pittura dell'artista. Tre piccoli dipinti: un busto di ragazza e due paesaggi, qui esposti appartengono alla preistoria, per così dire, di Menzio; se la sua vera...

Felice Casorati (1959)

Presentazione alla mostra – Galleria Colongo, Biella

Felice Casorati vive a Torino dove, tra le due grandi guerre, la sua attività e si potrebbe dire la sua presenza fisica, tra ripulse e simpatie, ebbe tale funzione agitativa, fu tale elemento di incessante inquietudine che a considerarla minutamente troveremmo da una parte di che largamente riscattare...

Francesco Menzio (1959)

Presentazione alla mostra - Centro Culturale Olivetti, Ivrea

Quando la famiglia Menzio si trasferì da Tempio Pausania a Torino, nel 1913, Francesco aveva quattordici anni. Quando finì la guerra ne aveva diciannove. Frattanto ha seguito saltuariamente i corsi dell'Accademia Albertina, ma la sua scuola vera è la libera scuola dei suoi impulsi, delle sue simpatie, delle...